Catherine Deneuve colta da malore: mistero sulle sue condizioni

L'attrice, 76 anni, è stata subito ricoverata a Parigi ma se per alcuni è un "colpo di stanchezza" per altri è in "condizioni gravi"

Catherine Deneuve è stata colta da un malore notte tra il 5 e il 6 novembre 2019. L’attrice, 76 anni, è stata subito ricoverata a Parigi e la notizia è stata diffusa così in fretta sui media francesi che molti titoli lasciano presagire il peggio. Secondo quanto rivela Le Parisien, Deneuve sarebbe in “condizioni gravi”, da non sottovalutare, e necessita di esami approfonditi. Fonti a lei vicine citate da BFMTV danno invece una versione differente.

Catherine Deneuve oggi: malore per l’attrice

Come si legge sul sito della rete, l’attrice sarebbe stata colpita da una “botta di stanchezza”, dovuta all’agenda molto fitta e “sovraccarica” di impegni.

Reduce dall’esperienza con il regista giapponese Hirokazu Kore-eda nel film Le verità (uscito nelle nostre sale lo scorso 10 ottobre), Deneuve è attualmente sul set di De son vivant. Si tratta del nuovo progetto di Emmanuelle Bercot, nel quale l’attrice è protagonista accanto a Benoît Magimel.

Nel 2019, oltre a Le verità e Fête de famille di Cédric Kahn, Deneuve ha già girato un terzo film, Terrible Jungle di Hugo Benamozig e David Caviglioli, che uscirà nel 2020.

Catherine Deneuve nel film Le verità
Catherine Deneuve in una scena di Le verità (foto: Bim Film)

Catherine Deneuve, ultimo film in uscita nel 2020

Deneuve, classe 1943 e autentica icona del cinema, si è sposata solo una volta con il fotografo David Bailey e ha due figli. Christian Vadim l’ha avuto dal regista Roger; Chiara è invece nata dall’amore con Marcello Mastroianni.

Dalla Francia ora si attendono aggiornamenti. Sui social, il critico cinematografico Christophe Carrière ha espresso un toccante messaggio di pronta guarigione, non senza una frecciatina verso l’atteggiamento dei tabloid.

“Oggi – si legge nel tweet –, una stella sta avendo un malore e i media stanno già chiamando le pompe funebri! ‘Le sue condizioni sono gravi’… sì, come qualsiasi persona ricoverata in ospedale. Tuttavia, ciò non significa che ‘tutte le persone ricoverate’ escano dall’ospedale da morte”.

Loading...