Un sogno per te, la storia vera dietro il dramma sentimentale tedesco

La love story tra la comparsa Emil e la ballerina Milou intreccia finzione e realtà: lo sfondo è la costruzione del muro di Berlino

0
457
Dennis Mojen ed Emilia Schüle in una scena del film Un sogno per te
Dennis Mojen ed Emilia Schüle in una scena del film Un sogno per te

Un’appassionante love story nel mondo del cinema sullo sfondo turbolento della Storia con la S maiuscola. È Un sogno per te, il dramma sentimentale diretto da Martin Schreier e prima produzione assoluta di Traumfabrik Babelsberg, neonata società dello Studio Babelsberg, il più antico studio cinematografico al mondo. È proprio all’interno della mecca del cinema tedesco che si svolge il film, ambientato nell’estate del 1961.

Un sogno per te, trama del film tedesco

Alla DEFA di Babelsberg, Emil Hellwerk (Dennis Mojen) raggiunge il fratello Alex (Ken Duken), impiegato nella “fabbrica dei sogni” tedesca. Emil è reduce dal servizio militare obbligatorio nell’esercito della DDR e Alex, sfruttando il suo aspetto e le sue conoscenze, gli ha procurato un lavoretto come comparsa. Emil conosce poco il mondo del cinema, ma al momento non ha altri grandi progetti. Tutto cambia quando, passando sul set di un film di pirati, vede una ballerina francese di nome Milou (Emilia Schüle).

Milou è la controfigura di Beatrice Morée (Ellenie Salvo Gonzáles), la più grande star del cinema francese. È un colpo di fulmine immediato: Emil e Milou sono fatti l’uno per l’altra. Ma sfortunatamente per loro è il 13 agosto 1961: il giorno in cui inizia la costruzione del muro di Berlino. Tonnellate di filo spinato, strade scavate e soldati armati bloccano tutte le strade tra Est e Ovest. Non c’è alcun modo per passare.

Milou si trova a Berlino Ovest ed è costretta a rientrare a Parigi. Emil è bloccato ad Est. Per far tornare Milou nella DDR, Emil decide di mettere in piedi un piano folle e pericoloso: farsi assumere come direttore di produzione e organizzare le riprese di un film su Cleopatra con Beatrice (e quindi Milou) protagonista, il tutto alle spalle del potente capo Beck (Heiner Lauterbach).

Dennis Mojen ed Emilia Schüle in una scena del film Un sogno per te
Dennis Mojen ed Emilia Schüle sono Emil e Milou di Un sogno per te

Un sogno per te, storia vera e finzione si intrecciano

La storia di Un sogno per te è di pura finzione, ma si basa su fatti realmente accaduti. La notte tra il 12 e il 13 agosto del 1961 è davvero quella in cui comincia la costruzione del muro di Berlino, lungo 155 chilometri e posto a separare le due parti della città fino alla fine della Guerra fredda. La divisione era stata decisa dopo la fine della Seconda guerra mondiale: alla DDR (Repubblica Democratica Tedesca) alleata dell’Unione Sovietica la zona Est, all’RFT (Repubblica Federale Tedesca) alleata di Stati Uniti, Francia e Regno Unito quella Ovest.

Il muro è eretto tra la mezzanotte e l’alba di quel fine settimana d’estate perché in quel periodo molti tedeschi sono fuori città per le vacanze. Nell’arco della stessa notte vengono interrotti anche tutti i collegamenti urbani: alle 6 di mattina sono chiuse quasi duecento strade, una sessantina di incroci e 12 stazioni di treni. All’improvviso, prima ancora che possano diventare una coppia, Emil e Milou sono divisi dalla storia, irraggiungibili l’uno per l’altra come migliaia di tedeschi per ragioni che sfuggono al loro controllo.

I produttori Tom Zickler e Christoph Fisser e lo sceneggiatore Arend Remmers hanno voluto anche omaggiare la storia dello Studio Babelsberg, un luogo simbolico che ha fatto la storia del cinema. Fu qui, nella periferia sud-ovest di Berlino, che vennero realizzati i primi film sonori d’Europa e girati i capolavori dell’Espressionismo. “Tutto ciò che avevo bisogno di sapere sul cinema – disse Alfred Hitchcock – l’ho imparato a Babelsberg”.

“Il messaggio del film – spiega il regista Martin Schreier nelle note di produzione – è che se si vogliono realizzare i propri sogni, bisogna lottare. L’amore supera ogni muro, ogni confine. Un sogno per te è un film che mostra quanto possa essere bella la vita se solo si fa uno sforzo in più”.

Il trailer di Un sogno per te