La denuncia di Sabrina Ferilli sull’emergenza rifiuti a Roma: “Capitale della monnezza”

L'attrice posta sui social un video in cui testimonia il degrado del quartiere Prati: "Puntualmente è così"

Dopo aver lanciato un appello contro la violenza sulle donne, Sabrina Ferilli torna a parlare della sua città: Roma. L’attrice, che nel 2016 aveva sostenuto Virginia Raggi, si lamenta della pessima amministrazione Gualtieri e della sconclusionata gestione dell’emergenza rifiuti. Il sindaco del Pd ha promesso che la Capitale sarà pulita entro la riapertura delle scuole, ma intanto, complice il grande caldo, si moltiplicano i cassonetti pieni, le discariche abusive e gli avvistamenti di topi.

Sabrina Ferilli, rifiuti a Roma virali su Instagram

“Roma, un sabato. Come sempre, eh, non è che cambi niente”. Comincia così la video-denuncia della Ferilli su Instagram. L’attrice inquadra cartacce, mozziconi di sigarette e spazzatura varia che popolano un marciapiede qualsiasi del quartiere in cui vive, Prati. Non certo una zona di periferia.

“Puntualmente è così, puntualmente c’è tutto quello che vedete. Non vi riprendo i cassonetti perché rischio la vita con morsi di animali vari, mammiferi e non”, prosegue la Ferilli. “E poi c’è lui, al quale do un piccolo aiuto. Pulisce le due, tre vie che ho intorno casa”, racconta l’attrice.

Lui non ha un nome: è un ragazzo africano che dà una sistemata alla strada del quartiere in cambio di una piccola offerta dei passanti. “Se questo ve sembra normale… Roma Capitale. Pagando, eh”, conclude la Ferilli, postando una foto con quello che è già ridefinito “lo spazzino volontario”.

La situazione di Roma è davvero critica e l’allarme è rilanciato sui social dai cittadini illustri e non. Daniele Priori su Libero scrive che “la Ferilli esasperata dalla monnezza sotto casa sua ha trovato un rimedio tanto originale quanto politicamente (non troppo) corretto. Un migrante volontario di ramazza”.

Un primo piano di Sabrina Ferilli
Sabrina Ferilli (foto: Instagram @sabrina_ferilli)

Sabrina Ferilli, dove vive degrado e lordura

“Spazzino equo e solidale con la vip de sinistra due volte delusa: prima dalla sindaca Raggi del Movimento 5 Stelle (che la Ferilli aveva sostenuto appassionatamente) e ora anche dal sindaco Gualtieri, punta di diamante del Pd romano e nazionale che, avrà pure compilato la prima bozza del Pnrr, ma coi rifiuti di Roma sta toppando tanto quanto tutti i suoi predecessori”, chiosa il giornalista.

Chissà se la Ferilli dà al migrante spazzino “più o meno dei fatidici 9 euro l’ora”, si domanda Priori. Quel che gli appare certo è che questo video è la testimonianza di “una sinistra italiana che da Roma a ogni dove non ha più argomenti e nemmeno la capacità di raccontarsi. Scontentando tanto le periferie, quanto gli elettori al caviale che un tempo la sostenevano contro tutti e tutti. E per gli immigrati la soluzione non è né ‘aiutiamoli a casa loro’, né integriamoli come si deve ma lasciamoli lavorare per un po’ d’elemosina. E se sono fortunati come l’innominato amico della Ferilli, stai a vedere che ci scappa anche un selfie di cittadinanza”.