Rodolfo Laganà sfida la sclerosi multipla e l’emergenza buche: la video-denuncia Carrozzella romana

In occasione della Giornata mondiale della sclerosi multipla, l'attore romano lancia la sua canzone sulla gincana che affronta ogni giorno a Trastevere

0
141
Rodolfo Laganà
Rodolfo Laganà

Rodolfo Laganà è affetto da sclerosi multipla e senza la sua sedia a rotelle non è in grado di muoversi. Ma quanta fatica fa a Roma, specie nel cuore di Trastevere, chi deve affrontare la vita su una carrozzina. Lunedì 30 maggio, in occasione della Giornata mondiale della sclerosi multipla, l’attore 64enne ha denunciato con la consueta ironia tutti i disagi della capitale delle barriere architettoniche lanciando online la canzone Carozzella romana.

Rodolfo Laganà, malattia “mi irrita ma ci rido su”

Mezzi pubblici, operatori ecologici, buche, strade distrutte, marciapiedi intasati, auto parcheggiate sugli spazi per i disabili: dura la vita quotidiana a Roma per le persone che non possono fare a meno della seria a rotelle a causa della malattia. Laganà ha scritto Carozzella romana insieme a Maurizio Carlini e Lorenza Bohuny per “far emergere le difficoltà di chi come me si muove su una sedia a rotelle, tra buche, scalini, barriere architettoniche, traffico, parcheggi non rispettati da auto e motorini e via dicendo”.

L’attore e mattatore romano ha reso pubblica nel 2014 la malattia degenerativa di cui soffre. “Non è bello quando scopri una cosa così però ho capito che ci si può convivere, si può stare sereni. Voglio portare la mia esperienza al servizio di qualcuno e di qualcosa”, ha raccontato in passato. Laganà ha partecipato sul mezzo a rotelle anche ai funerali di Gigi Proietti, suo maestro e grande amico.

Assistito dal figlio Filippo, affetto dal morbo di Wilson fin da bambino e per il quale ha dovuto sottoporsi a un trapianto di fegato andato a buon fine, l’attore continua a vivere a Trastevere, il rione più “romano” della capitale ma anche quello dei vicoli stretti e dei sampietrini. Al disagio di chi è costretto in sedia a rotelle nel quartiere aveva già dato voce anni fa Bernardo Bertolucci con il cortometraggio Scarpette rosse.

Rodolfo Laganà
Rodolfo Laganà in Carrozzella romana

Rodolfo Laganà, sedia a rotelle sempre con lui

Il video di Carozzella romana, girato nel centro di Roma da Giovanni Pirri, vede protagonista lo stesso Rodolfo. Laganà non ne fa una questione esclusivamente romana perché “credo che in gran parte dell’Italia questo tipo di problemi sia all’ordine del giorno. Purtroppo bisogna fare i conti con gli incivili un po’ ovunque”.

Il testo è divertente e ironico, ma “vuole lanciare un messaggio importante a quelle istituzioni che dovrebbero vigilare su chi, come me, vive di tanti impedimenti legati alle tante vie di accesso, negate per negligenza o noncuranza”.

Insomma, la battaglia per rendere Roma più accessibile ai disabili è una battaglia di civiltà e Laganà continua a combatterla con l’arma che sa usare meglio: quella del sorriso.

Il video di Carrozzella romana