Richard Gere sbarca in tv: ecco di cosa parla la sua prima serie

Si chiama "MotherFatherSon", è una miniserie scritta da Tom Rob Smith e debutta su Sky l'8 giugno

1
117

C’è sempre una prima volta, anche se ti chiami Richard Gere. L’attore che ha conquistato fascino con l’età debutta con il primo ruolo da protagonista sul piccolo schermo con la miniserie in otto episodi MotherFatherSon, che va in onda su Sky Atlantic da lunedì 8 giugno 2020 alle 21. Il progetto porta la firma di Tom Rob Smith, lo scrittore britannico di Child 44 (il romanzo da cui è stato tratto il film con Tom Hardy, Gary Oldman e Noomi Rapace) e creatore della miniserie London Spy. Ma di cosa si tratta? Scopriamolo insieme.

Richard Gere oggi: serie tv da protagonista su Sky

MotherFatherSon è un intreccio di dramma famigliare e thriller politico e racconta le storie di madre, padre e figlio della “dinastia” Finch. Il padre è Max, interpretato da Gere. L’uomo è un potente magnate dell’editoria: una sorta di Murdoch capace di influenzare la politica e la finanza con il potere dei suoi media.

La madre si chiama Kathryn e ad interpretarla è Helen McCrory. Il matrimonio tra lei e Max è oramai andato a rotoli. Ora la donna trascorre le giornate mettendo la sua ricchezza al servizio di chi ne ha bisogno: guida un’associazione benefica che aiuta poveri e disagiati.

Il figlio è Caden e ha il volto di Billy Howle. Il ragazzo dirige uno dei giornali di proprietà del padre e la madre ripone in lui tutta la sua fiducia per la gestione del patrimonio di famiglia.

Ma Caden è una persona fragile, che subisce il peso delle responsabilità, la durezza dei genitori, il carico di aspettative che sono state poste sul suo futuro. Per questo soffre e sfoga queste pulsioni in una catena di gesti autodistruttivi che mettono a rischio tutto l’impero economico che i Finch hanno costruito.

Richard Gere in una scena della serie tv MotherFatherSon
Richard Gere in una scena della serie tv MotherFatherSon (foto: BBC Two / Sky)

MotherFatherSon: serie tv arriva su Sky Atlantic

Gere, protagonista al cinema fin dagli anni ’80 con film cult come American gigolò, Ufficiale gentiluomo e Pretty Woman, era lontano dagli schermi dal 2017, quando ha recitato in Three Christs di Jon Avnet.

Diventato padre per la terza volta a 71 anni, l’attore si è tuffato su MotherFatherSon perché era dal 1976, anno in cui apparve in un piccolo ruolo nel telefilm Kojak, che desiderava partecipare ad una serie di qualità. “Sono passati quasi 30 anni da quando sono apparso in televisione – ha detto alla BBC – e sono così felice di lavorare ora a questo straordinario progetto con persone così talentuose e che risuona così tanto nel tempo in cui viviamo”.

Nel cast, insieme al trio di protagonisti, sono presenti Pippa Bennett-Warner, Sinéad Cusack, Joseph Mawle, Paul Ready, Danny Sapani e Sarah Lancashire. La regia è di James Kent e Charles Sturridge: le riprese sono avvenute nel 2018 tra Londra e la Spagna.

Nel Regno Unito e negli Stati Uniti, dove è andata in onda alla fine del 2019, la serie ha entusiasmato così tanto gli spettatori che molti stanno chiedendo una seconda stagione.

1 COMMENT