Il racconto di Al Bano sul suo passato: “Quella volta ho spaccato un ristorante”

1
77
Al Bano su Sanremo:

Dopo il mirabolante ripescaggio a Ballando con le Stelle, e tra un tour internazionale e l’altro, c’è stato il tempo anche di un racconto di Al Bano al programma TV ‘Oggi è un altro giorno’, lo stesso che la scorsa settimana ha ospitato la promessa sposa Flora Canto.

L’ospitata del celebre cantante nel programma di Serena Bortone e i ricordi d’infanzia e adolescenza

Intervistato dalla Bordone, il cantate ha ripercorso i primi anni della sua adolescenza e i ricordi di scuola: “Il bidello a scuola mi ha chiesto chi mi credevo di essere, dove volevo arrivare visto che ero figli di contadini. Essere figli di contadini era quasi una croce sulle spalle – racconta – Scappato dal sud e arrivato a Milano però ho seguito molto Giovanni XXIII che parlava sempre della sua famiglia contadina e ne sono stato sempre molto orgoglioso. Ho capito anche la ricchezza che porta questo ambiente. Io non sapevo neanche cosa fosse un “terrone”, come mi chiamavano…“.

racconto di al bano

Il racconto “turbolento” di Al Bano quando la pressione dei primi lavori si faceva sentire: “Ho reagito come non avrei dovuto”

Adesso il suo Sud lo porta con orgoglio e felicità in tutte le sue canzoni e le sue parole, ma c’erano tempi in cui il suo carattere era ancora in via di formazione. Delle sue prime esperienze lavorative, infatti, il cantante ricorda: “Una volta sola ho spaccato un ristorante – prosegue così il racconto di Al Bano – Lavoravo sempre, 6 mesi senza fare riposo. Ho capito che qualcuno mi aveva scambiato per uno schiavetto e ho sentito delle cose che non mi piacevano, li ho reagito come non avrei dovuto, ho spaccato tutto e se lo ricordano ancora”.

1 COMMENT