I film al cinema dal 15 febbraio: da Madame Web a Romeo è Giulietta

Otto le novità che si affacciano sugli schermi nella settimana di San Valentino: ecco tutto quello che bisogna sapere

0
1486

Sono otto i nuovi film al cinema dal 15 febbraio, la settimana di San Valentino e del post-Sanremo. A queste novità si aggiungono due uscite speciali. Dal 12 al 14 febbraio è stato nelle sale come evento La Bussola – Il collezionista di stelle, il documentario di Andrea Soldani sulla storia dello storico locale di Sergio Bernardini che ha animato le notti della Versilia ruggente.

I film al cinema dal 15 febbraio

Dal 12 febbraio, inoltre, torna sugli schermi Suspiria, il capolavoro horror di Dario Argento. La versione è quella restaurata da Synapse con la curatela del direttore della fotografia Luciano Tovoli. La lista dei cinema è disponibile sul sito di Cat People, distribuzione indipendente sarda fondata da Raffaele Petrini e Alessandro Tavola per rilanciare nelle sale titoli cult del nostro cinema. Per il resto, ecco la regolare programmazione dei film al cinema dal 15 febbraio.

Madame Web

Cassandra Webb (Dakota Johnson) è una paramedica di New York che acquisisce poteri di chiaroveggenza in seguito ad un incidente. Capace di vedere il mondo dal punto di vista dei ragni, aiuta tre adolescenti in pericolo – Julia (Sydney Sweeney), Mattie (Celeste O’Connor) e Anya (Isabela Merced) – a difendersi dal perfido Ezekiel Sims (Tahar Rahim) e dalla sua aiutante (Zosia Mamet). Diretto dalla regista S.J. Clarkson e tutto al femminile, il quarto cinecomic del Sony’s Spider-Man Universe è un disastro: una origin-story senza capo né coda, priva di supereroi e con riferimenti soltanto vaghi a Spider-Man.

Past Lives

Legata all’amico del cuore e compagno di classe Hae Sung (Teo Yoo), Na (Greta Lee) ha 12 anni quando i suoi genitori decidono di lasciare Seoul e trasferirsi a Toronto. In Canada, si fa chiamare Nora e si adatta a tutte le difficoltà da straniera. Dodici anni dopo, va a vivere a New York per intraprendere la carriera di scrittrice. Quando le torna in mente Hae Sung, lo cerca sui social e scopre che lui sta tentando da tempo di rintracciarla. Si rimettono in contatto, ma è passato troppo tempo e Nora vuole concentrarsi sul suo lavoro. Hae Sung, tuttavia, non demorde. Candidato a cinque Golden Globe e soprattutto all’Oscar come miglior film, l’esordio di Celine Song è un’amara, malinconica e straziante storia d’amore e d’amicizia: l’imperdibile della settimana.

Finalmente l’alba

Nella Roma del 1953, quella della Hollywood sul Tevere, a Cinecittà stanno girando un peplum ambientato nell’antico Egitto. Nel corso di una lunga notte, si intrecciano le storie delle star americane Josephine (Lily James), Sean (Joe Keery) e Nan (Rachel Sennott), dell’ingenua comparsa Mimosa (Rebecca Antonaci) e del gallerista Rufus (Willem Dafoe). Sullo sfondo, la morte di Wilma Montesi, la 21enne uccisa e ritrovata cadavere sulla spiaggia di Torvaianica. Omaggio al cinema italiano dei tempi d’oro presentato in Concorso a Venezia 80, il quinto lungometraggio di Saverio Costanzo è tanto ambizioso quanto confuso. Nel cast anche Alba Rohrwacher nel ruolo di Alida Valli e Michele Bravi en travesti.

Romeo è Giulietta

Il cinico e irascibile regista teatrale Federico Landi Porrini (Sergio Castellitto) sta cercando i suoi Romeo e Giulietta per l’opera che dovrebbe chiudere la sua carriera. Tra le candidate c’è Vittoria (Pilar Fogliati) che viene però esclusa al provino. Decisa ad ottenere la parte e a prendersi una rivincita, l’attrice si fa aiutare da un’amica truccatrice (Geppy Cucciari) e sotto mentite spoglie si candida per il ruolo di Romeo: a sorpresa, lo ottiene. Il problema non è soltanto vestire i panni di un uomo, ma mentire al suo fidanzato (Domenico Diele) quando viene scelto per interpretare il ruolo di Mercuzio. La commedia di Giovanni Veronesi in versione San Valentino è fiacca: bravi gli attori, ma le battute sono davvero pessime. Arricchiscono il cast Maurizio Lombardi, Margherita Buy, Serena De Ferrari, Alessandro Haber e Asia Argento.

I tre moschettieri – Milady

Constance (Lyna Khoudri) viene rapita sotto gli occhi di D’Artagnan (François Civil) che si getta alla sua ricerca per salvarla. Insieme ad Athos (Vincent Cassel), Porthos (Pio Marmaï) e Aramis (Romain Duris), il giovane moschettiere unisce le forze con la misteriosa e affascinante Milady de Winter (Eva Green), che come un ragno tesse la sua tela. Intanto, il re Luigi XIII (Louis Garrel) è in balia del cardinale Richelieu (Eric Ruf) con la Francia sull’orlo del collasso. Secondo capitolo della saga avventurosa dal romanzo di Alexandre Dumas, il blockbuster transalpino di Martin Bourboulon è un cappa e spada spettacolare: intrattenimento perfetto e senza respiro, ma dalla trama a dir poco farraginosa.

La natura dell’amore

Sophia (Magalie Lépine-Blondeau) e Xavier (Francis-William Rhéaume) sono sposati da tanti anni. La coppia ha comprato uno chalet di montagna a Les Laurentides, nel Québec, e incarica Sylvain (Pierre-Yves Cardinal) di sistemare l’abitazione. Quando Sophia incontra l’affascinante falegname per la prima volta, è colpo di fulmine immediato. Passato a Cannes 76 nella sezione Un Certain Regard, il terzo lungometraggio da regista dell’attrice Monia Chokri è una malinconica, profonda e divertente dramedy romantica sulle crisi di mezza età, i conflitti di classe e gli abissi dell’amore e del desiderio.

Le avventure del piccolo Nicolas

Nicolas è un bambino intelligente e creativo che trasforma ogni piccolo momento di quotidianità in avventura, dalle discussioni in famiglia ai giochi a scuola con i compagni. Poco per volta, Nicolas riesce persino a rompere il muro della quarta parete e ad intrufolarsi nel laboratorio dei suoi creatori, René Goscinny (papà di Asterix e Obelix e penna di Lucky Luke) e Jean-Jacques Sempé. I due allora ne approfittano per raccontargli come si sono incontrati, com’è nata la loro amicizia, che bambini sono stati. Accattivante, originale e inventiva, l’animazione di Amandine Fredon e Benjamin Massoubre svela la natura del processo creativo e offre 80 minuti di gioia a grandi e piccoli.

‘A muzzarell’

Daniele (Daniele Aiello) è un ragazzino napoletano che prova per la prima volta il crack. Preda della droga, non riesce più a distinguere la realtà dal sogno, molla la famiglia e finisce in un giro pericoloso. La dipendenza lo porta a dover scegliere tra una vita sporca e la morte: soltanto Martina (Martina Varriale), la ragazza che ama, tenta di toglierlo dalla brutta strada che ha intrapreso. Diretto da Diego Santangelo, è lo stracult della settimana.