Olivia Newton-John rivela: “Ho ancora il cancro ma non voglio vaccinarmi”

L'attrice e cantante dichiara in un'intervista che non farà il vaccino Covid, "non a questo punto"

0
367
Olivia Newton-John
Olivia Newton-John ieri e oggi

Olivia Newton-John non ha intenzione di farsi vaccinare contro il Covid-19. Almeno non in questo momento. Lo rivela la stessa attrice e cantante in un’intervista concessa all’Herald Sun. Newton-John ha 72 anni e vive in California. Secondo le leggi dello Stato, governato dal dem Gavin Newsom, è tra coloro che hanno diritto adesso a vaccinarsi in quanto ultra 65enne e malata di cancro al seno. Tuttavia, quando le è stato chiesto se si sarebbe vaccinata ha risposto: “Non a questo punto, no”.

Olivia Newton-John oggi: “Non mi vaccino, non ora”

La star di Grease non ha fornito ulteriori spiegazioni all’Herald Sun. L’attrice è da sempre sostenitrice della medicina naturale, ma non si è completamente opposta alla possibilità di vaccinarsi contro il Covid in futuro.

Newton-John lotta dal 1992 contro il tumore al seno. A Melbourne ha istituito l’Olivia Newton-John Cancer Wellness e Research Centre per aiutare chi come lei combatte lo stesso male. Per un periodo la biondissima Sandy di Grease è rimasta persino semi-paralizzata a causa di una metastasi alla spina dorsale inferiore.

Nella stessa intervista, invece, hanno fatto discutere le parole di Chloe Lattanzi, la figlia 35enne dell’attrice e cantante. Lattanzi produce marijuana a scopo terapeutico in Oregon con il marito James Driskill e ha dichiarato che “la vera medicina è solo quella che viene dalla nostra terra”.

“Non sono anti-vax, ma non ho intenzione di mettere nel mio corpo mercurio e pesticidi, che sono contenuti in molti vaccini”, ha detto la figlia della Newton-John.

Un primo piano di Chloe Lattanzi e Olivia Newton-John
Olivia Newton-John e la figlia Chloe (foto: Instagram @therealonj)

Olivia Newton-John, Grease e salute contro i detrattori

Qualche giorno fa, l’attrice è intervenuta anche sulla polemica che ha colpito Grease. Il musical, ripassato in televisione su Bbc1, è stato accusato di essere un film sessista, omofobo e misogino da un gruppo di giovani attivisti. Al podcast A Life of Greatness, Newton-John ha definito “sciocchezze” le diatribe che hanno travolto il film.

“Questo film è stato girato negli anni ’70 ed è ambientato negli anni ’50. Era uno spettacolo teatrale, un musical divertente. È diventato un film da non prendere così tanto sul serio. Dobbiamo rilassarci un po’ e goderci le cose per quello che sono”, ha detto la storica interprete di Sandy Olsson.