Mediaset vs Rai, è scontro sugli ascolti 2022: viale Mazzini replica a Berlusconi

"Rai 1 batte Canale 5 dall'inizio dell'anno", fanno sapere dalla Rai in risposta alle dichiarazioni dell'ad del Biscione

0
211

Durante la conferenza stampa indetta da Mediaset per parlare dei risultati raggiunti nel corso del 2022, hanno destato curiosità le dichiarazioni di Pier Silvio Berlusconi e del direttore generale Marco Paolini su com’è andata la stagione autunnale in termini di ascolti. Stando alle slide illustrate da Paolini, Mediaset ha vinto sia sul totale della giornata (40,9% commerciale – 37,8% totale individui) che in prima serata (37,7% totale individui). Inoltre, Canale 5 e Italia 1 batterebbero Rai 1 e Rai 2.

Mediaset, ascolti in crescita nell’autunno 2022

I dati dell’autunno vedrebbero Cologno Monzese superare la Rai nell’arco delle 24 ore, con il 40,9% di share complessivo rispetto al 30,7% di viale Mazzini. È boom persino per Tgcom24 (che riporta qui tutti i dati) e Tg5 contro un Tg1 in sofferenza. “Non era scontato, penso che l’editoria nazionale debba essere tenuta in altissima considerazione”, ha detto Berlusconi.

I numeri trionfali del Biscione hanno mandato su tutte le furie la Rai. In una nota ufficiale, la televisione pubblica sottolinea che “i dati Auditel dall’inizio dell’anno fino allo scorso 31 ottobre per la prima serata evidenziano, per tutti i canali Rai, ben il 37,3% di share contro il 35,9% del secondo gruppo televisivo”.

Gli ascolti di Mediaset nell'autunno 2022
I numeri forniti da Mediaset (e smentiti dalla Rai)

Secondo i numeri della Rai, il predominio è netto pure sull’intera giornata “con il 36,2% contro il 35,4% del secondo gruppo” e appare ancora maggiore “se si fa riferimento alle reti generaliste”. Monitorando soltanto i dati dei prime time, “lo share delle tre reti Rai (Rai 1, Rai 2 e Rai 3) è pari al 31,5% contro il 25,7% delle tre reti del gruppo concorrente”.

Il trend è simile anche nell’intera giornata, dove “è evidente il vantaggio delle reti Rai: complessivamente il 29,6% di share contro il 25,3%”. La differenza di valutazione si deve al fatto che Mediaset analizza esclusivamente gli ultimi mesi, quando il network ha compiuto un effettivo sorpasso, mentre la Rai allarga lo spettro temporale a tutti e dieci i mesi dell’anno in corso. Ma persino negli ultimi mesi, non sarebbe come dicono a Cologno Monzese.

Rai, ascolti in calo? No, “netto predominio”

La Rai ci tiene a puntualizzare che il “netto predominio” dei suoi canali generalisti “è evidente anche nella stagione in corso (dati dall’11 settembre al 31 ottobre) con un totale per le tre reti pari, in prima serata, al 31,7% di share contro il 26,9% e per l’intera giornata al 30,6% a fronte del 27,1%”.

Nello stesso periodo, si legge nel comunicato, l’ammiraglia Rai 1 “si conferma leader tra tutti i canali televisivi con il 20,6% di share in prima serata contro il 16,5 del secondo classificato”. Questa leadership su Canale 5 “rimane anche per l’intera giornata con il 19,1%”.