Mario Biondi difende la musica italiana in radio e si becca gli insulti sui social: “Sovranista ridicolo”

Il cantate sommerso da commenti d'odio e dall'accusa di fascio-sovranismo musicale per aver sostenuto "il prodotto italiano"

0
146
Mario Biondi
Mario Biondi

Qualche tempo fa Alessandro Morelli della Lega ha presentato in parlamento una proposta di legge che intende mettere una quota di canzoni italiane in tutti i palinsesti radiofonici: 1 brano nostrano ogni 3. Non c’entra il sovranismo musicale. La proposta delle quote azzurre è stata sottoscritta da cantanti come Eugenio Finardi, Piero Pelù e moltissimi altri. Addirittura nel 2017 il ministro della Cultura Dario Franceschini del Pd aveva avanzato l’ipotesi di garantire il 20% della programmazione radiofonica agli artisti italiani. Sulla questione torna oggi Mario Biondi e il suo intervento “protezionistico” scatena un autentico putiferio sui social.

Mario Biondi contro le radio di sola musica straniera

Biondi, in difesa degli artisti in difficoltà, usa Instagram per lanciare un messaggio forte per sostenere il mercato della musica italiana. “Volete fare i rivoluzionari? Volete fare qualcosa per la musica italiana? Boicottate tutte le radio che programmano musica straniera. Fatelo per una settimana, se non bastasse per due, ma siate coerenti e vedremo insieme se essere uniti per la musica può servire. Coraggio!”, scrive il cantante siciliano, aggiungendo gli hashtag #musicaitaliana e #sosteniamolanostramusica.

Il post è immediatamente preso d’assalto da utenti che insultano Biondi con rabbia feroce e violenza verbale smodata. Il crooner è bollato di follia passatista e addirittura di fascismo nel voler limitare la libertà di conduttori e direttori di trasmettere quello che vogliono. Ma l’accusa principale è che questo boicottaggio arrivi proprio da lui che canta in inglese.

Una delle repliche più piccate arriva da Fabio Canino, che su Rai Radio 2 presenta ogni mattina Miracolo italiano. “Scusate così per sapere… ma Mario Biondi, quello che vorrebbe boicottare le radio italiane che non trasmettono abbastanza canzoni italiane, non è quello che canta in inglese?”, scrive Canino con il raffinato hashtag #sovranistidestacippa.

Anche Selvaggia Lucarelli, compagna di giuria di Canino a Ballando con le stelle, sente di dover dire la sua in merito. “Mario Biondi nuova bandiera del sovranismo, lui che non ha mai cantato una canzone in italiano in vita sua, manco sotto la doccia. Ma poi chi sopravvive, Radio Italia e Radio Margherita, la tua radio preferita?”, si domanda la blogger.

Un primo piano di Mario Biondi
Mario Biondi (foto: Facebook @mariobiondiufficiale)

Mario Biondi attaccato sui social: “nuova bandiera del sovranismo”

A quel punto Biondi è costretto a tornare sull’argomento per chiarire quel che non appare sufficientemente chiaro: la sua è una critica alle radio che trasmettono solo musica straniera o che danno spazio soltanto a pochi artisti italiani.

“Sovranista, rincoglionito, incoerente, sfigato, scemo, stupido, assurdo, imbarazzante, poco serio, da abolire, blasfemo, ridicolo. Le persone frustrate devono necessariamente vedere il peggio negli altri per sentirsi migliori. Io vorrei che le radio sostenessero il prodotto italiano. Vi è chiaro adesso? Se non vi è chiaro, avete qualche problema di udito”, puntualizza il cantante in un video.

“Avete una vaga idea di quanti artisti italiani cantino in lingue diverse dall’italiano? Sono italiani? Cantano musica italiana in lingue diverse? Non è sempre musica italiana? Non in italiano”, conclude Biondi mettendo un punto sulla querelle. Almeno per adesso.