Mara Venier in depressione: “Anche Nicola piangeva”

0
34
mara venier in depressione

L’ambiente del piccolo schermo, si sa, è luogo di gioia e dolori, soprattutto quando si tratta di giudizi estetici o ‘anagrafici’ (vedi i commenti sulla foto di Patty Pravo in costume): è triste, tuttavia, sapere di Mara Venier in depressione per alcune critiche aspre e commenti sulla sua età. Eppure è quello che la sorridente presentatrice ha vissuto non molto tempo fa: un periodo di profonda tristezza.

Perché Mara Venier in depressione? “Mi sono sentita troppo vecchia, ‘da rottamare’

L’amarezza è scattata poco prima del suo ritorno sulle scene con Domenica In, quando l’hanno definita ‘da rottamare’, ormai ‘troppo vecchia’ per condurre show del genere. Fortunamente i brillanti risultati in termini di audience e gradimento hanno dato torto alle voci, ma ‘zia Mara’ non ha dimenticato quella sgradevole sensazione di abbandono da parte della TV italiana: “Mi avevano rottamata, detto esplicitamente che ero vecchia. Ho passato l’inferno”. Come se non bastasse, la conduttrice ha dovuto affrontare anche il dolore immenso della scomparsa di sua madre, bilanciata solo gradualmente dall’arrivo di una nuova vita, il nipote ‘Claudietto’, grazie al quale – confessa al settimanale Oggi – “il tempo ha ricominciato a essere scandito, vissuto”.

Prima della nascita del bimbo, però, i familiari hanno visto Mara Venier in depressione: “Ho avuto una profonda depressione, pur lavorando, perché per me il lavoro è sempre stato un modo per distrarmi, ma ero davvero piegata, anche se non lo mostravo“. Il suo ‘lockdown’ è stato molto intenso ed amaro: il marito Nicola Carraro era appena uscito da una polmonite, ragion per cui anche l’attitudine dei coniugi è stata tesa e delicata.

Nicola è crollato: piangeva continuamente – racconta la storica presentatrice, aggiungendo che anche lei era arrivata al punto da non riuscire più a farsi forza – “Credevo saremmo tutti morti”. Fortunatamente, il peggio è passato, e l’umore pian piano si è ripreso, lasciandole sul viso lo spazio per il suo inconfondibile e raggiante sorriso.

Dove vi piacerebbe rivederla a settembre?