Le voci sole, il curioso film con Giovanni Storti (senza Aldo e Giacomo) in un inedito ruolo drammatico

Il comico del trio debutta da solista con la coppia di registi Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, che l'hanno già diretto nell'acclamato corto "Magic Alps"

1
120
Giovanni Storti
Giovanni Storti

Giovanni Storti mette da parte (per adesso) il suo umorismo inconfondibile e sperimenta un inedito ruolo drammatico. Succede nel film Le voci sole, opera prima dei registi Andrea Brusa e Marco Scotuzzi selezionata in concorso all’edizione 2022 del Seattle International Film Festival, in corso dal 14 al 24 aprile. L’anteprima mondiale è fissata il 21 aprile e l’attesa è parecchia: Le voci sole è un progetto insolito e curioso nel panorama del cinema italiano.

Le voci sole, film con un inedito Giovanni Storti

Prodotto da Andrea Italia per Nieminen Film (già dietro i corti Il muro bianco e Magic Alps di Brusa e Scotuzzi e Inchei di Federico Demattè), Point Nemo Film e in collaborazione con Èliseo Entertainment, Le voci sole racconta la storia di Giovanni e Rita, marito e moglie costretti a separarsi quando lui perde il lavoro in Italia e deve trasferirsi in Polonia dove ha trovato un buon posto in un’acciaieria.

Durante le lunghissime videochiamate con la moglie, Giovanni riceve soprattutto lezioni di cucina. Rita non vuole che il marito mangi da schifo e gli insegna come preparare i suoi piatti preferiti. Uno di quei video intimi diventa virale su FaceTime e insieme al figlio adolescente Pietro, Rita si trasforma in un’influencer famosa scoprendo un’inaspettata celebrità. Presto, tuttavia, come accede spesso in rete, arriva qualcuno che odia e la famiglia va in tilt sperimentando gli effetti collaterali dei social media.

Accanto a Storti ci sono Alessandra Faiella, anche lei comica brillante, e Davide Calgaro, già visto in Odio l’estate dove faceva il figlio di Aldo. Nel cast spicca pure Federica Cacciola, attrice che di rete e social se ne intende: grazie al personaggio satirico della finta webstar Martina Dell’Ombra, conta oltre 50 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Giovanni Storti in una scena del film Le voci sole
Giovanni in Le voci sole (foto: Nieminen Film)

Giovanni Storti, nuovo film e poi con Aldo e Giacomo

Giovanni era già stato diretto da Brusa e Scotuzzi nel corto Magic Alps (la storia di un pastore afgano arrivato in Italia per cercare asilo insieme alla sua capra) e ha accettato di cambiare registro in questo film perché “mi piace fare ruoli diversi, anche drammatici”. “Nel passato – spiega all’Ansa – ho fatto qualche ruolo cattivo ma mai drammatico. Anzi sarei molto contento se ne venissero altri, non me propongono a parte questi due registi e gliene sono grato”.

Brusa e Scotuzzi sono milanesi come Storti e soprattutto “sono due tipi tranquilli”. “Mi piace molto come lavorano – racconta Giovanni –, mi fido di loro e ho accettato subito anche perché c’era un modo particolare di girare con i telefoni, tutto in videochiamata, era anche una sfida particolare”. I temi – la pandemia, la perdita del lavoro, lo stress da videochiamata – sono attuali e interessanti. “È un lavoro molto bello, particolare, insolito direi – assicura Storti –. È un film con un’anima, non buttato lì…”.

Adesso manca soltanto un distributore italiano per farlo vedere nelle nostre sale. Intanto, da giugno, Giovanni tornerà al lavoro con Aldo e Giacomo: il trio è pronto per iniziare a girare un nuovo film assieme.

1 COMMENT

  1. […] Dal 4 al 6 luglio è uscito per tre giorni Le voci sole, l’esordio alla regista della coppia milanese Mauro Scotuzzi e Andrea Bursa. Un debutto da recuperare (dopo questa programmazione evento Medusa e i produttori continueranno a portarlo in giro nelle sale più “d’essai” fino all’autunno) perché riflessione divertente, amara e intelligente su esternalizzazioni, distanze colmate da dispositivi mobili e odio social. Con un inedito Giovanni Storti in un ruolo drammatico. […]