I film al cinema dal 7 marzo: arrivano Un altro Ferragosto, Red e Memory

Nove le novità che si affacciano sugli schermi per contrastare il successo clamoroso di "Dune - Parte due"

0
1776
Scene di Un altro Ferragosto, Red e Memory, tre dei nuovi film al cinema dal 7 marzo
Un altro Ferragosto, Red e Memory, tre dei nuovi film al cinema dal 7 marzo

Sono nove i nuovi film al cinema dal 7 marzo, un fine settimana segnato dalla Giornata internazionale della donna. C’è da battere il campione d’incassi Dune – Parte due, ma la missione appare davvero impossibile. Il blockbuster d’autore di Denis Villeneuve, uscito il 28 febbraio, ha incassato in otto giorni la bellezza di 4,6 milioni di euro. Al botteghino internazionale è già a quota 200 milioni di dollari.

Tutti i nuovi film al cinema dal 7 marzo

Come ormai accade ogni settimana, ai titoli sugli schermi si aggiungono due uscite speciali. Dal 4 al 6 marzo è riapparso il capolavoro Lupin III – Il castello di Cagliostro di Hayao Miyazaki, il primo film del maestro giapponese e la più amata delle avventure cinematografiche del ladro gentiluomo. In occasione dell’8 marzo, torna al cinema Persepolis di Marjane Satrapi, adattamento del celebre romanzo a fumetti più attuale che mai. Per il resto, ecco la regolare programmazione dei nuovi film al cinema dal 7 marzo.

Un altro Ferragosto

Trent’anni dopo l’originale, Paolo Virzì fa ripiombare a Ventotene i protagonisti di Ferie di agosto (Silvio Orlando, Sabrina Ferilli, Laura Morante, Paola Tiziana Cruciani, Gigio Alberti) insieme ad alcune facce nuove (Christian De Sica, Andrea Carpenzano, Vinicio Marchioni, Emanuela Fanelli, Anna Ferraiol Ravel) per il matrimonio di Sabry Mazzalupi, la figlia di Ruggero e star del web. È ancora scontro tra stili di vita, ideologie, passato e presente, anche a berlusconismo ormai finito. Risate amare e a denti stretti, ma l’operazione sequel è fiacca e stanca.




Red

Mei è una ragazzina di origini cinesi: vive a Toronto con i genitori, è una fan sfegatata della boy band 4*Town e ha una cotta per una giovane commessa. Dopo un acceso diverbio con la madre, Mei fa uno strano incubo e al mattino, quando si sveglia, scopre di essersi trasformata in un grande panda rosso. Le succede quando si emoziona ed è turbata, ma in forma umana i capelli le restano rossi e la mamma comincia a capire che non dipende dal ciclo. Sugli schermi italiani a due anni di distanza dall’uscita negli Stati Uniti e dall’arrivo in streaming su Disney+, l’esordio della sino-canadese Domee Shi è un’animazione Pixar sotto tono, pur essendo divertente, inclusiva e realizzata splendidamente.




Memory

Sylvia (Jessica Chastain) è una madre single, assistente sociale ed ex alcolista. Ad una rimpatriata del liceo si imbatte in Saul (Peter Sarsgaard, vincitore della Coppa Volpi a Venezia 80), un uomo che le siede accanto, le sorride e la segue a casa dopo la serata. Saul appare smarrito e confuso: soffre di demenza precoce. Il loro incontro avrà un profondo impatto su entrambi e al tempo stesso apre le porte di un passato doloroso. Dal talentuoso e disturbante regista messicano Michel Franco, un intenso ma imperfetto dramma sulla memoria, la solitudine e il senso delle paure.




Drive-Away Dolls

Nella Philadelphia del 1999, le amiche Jamie (Margaret Qualley) e Marian (Geraldine Viswanathan) si mettono in viaggio direzione Tallahassee, Florida. Quando si imbattono in un gruppo di inetti criminali, si ritrovano catapultate in una serie di bizzarre avventure. Dopo il documentario Jerry Lee Lewis: Trouble in Mind, Ethan Coen corre da solo e senza il fratello Joel realizza una nostalgica commedia on the road che guarda con affetto all’exploitation degli anni Settanta e ai teenage movie dell’epoca. Nel cast spassose apparizioni di Pedro Pascal, Matt Damon e Miley Cyrus.




Ancora un’estate

Anne (Léa Drucker) è un’affermata avvocatessa specializzata in casi di abuso sui minori. Felicemente sposata e madre di due figlie adottive, rischia di mandare carriera e famiglia in frantumi quando intreccia una relazione clandestina con l’adolescente Théo (Samuel Kircher), il figlio di primo matrimonio del marito. Con un remake libero del danese Dronningen di May el-Toukhy, la regista francese Catherine Breillat realizza un dramma intelligente ed emozionante sul desiderio femminile e le dinamiche del consenso. Da vedere.




Tótem – Il mio sole

Sol (Naíma Sentíes) ha 7 anni e sta trascorrendo una lunga giornata a casa del nonno per aiutare le zie Nuri e Alejandra a preparare una festa a sorpresa in onore di suo padre Tona, pittore malato terminale e costretto a letto dalla malattia. Quando cala la notte, il legame invisibile che unisce la famiglia si dissolve e un’atmosfera strana e caotica ridefinisce completamente il mondo di Sol. Il secondo, bellissimo e terribile lungometraggio della regista e sceneggiatrice messicana Lila Avilés riflette sulla vita e la morte e su quelle tappe fondamentali per la nostra crescita: da non perdere.




Kina e Yuk

Kina e Yuk sono una coppia di volpi polari pronte a mettere su famiglia fra i banchi di ghiaccio del Canada. La temperatura insolitamente mite e la scarsità di cibo costringono Yuk ad avventurarsi lontano per cacciare. Quando lo scioglimento dei ghiacci separa le due volpi, la coppia dovrà affrontare numerosi pericoli prima di ritrovarsi in tempo per la nascita dei loro piccoli. Arriva dalla Francia questo efficace film per famiglie dall’intento ecologista diretto da Guillaume Maidatchevsky, il regista di Ailo – Un’avventura tra i ghiacci. Al doppiaggio Benedetta Rossi.




Los Colonos

Nel Cile del 1901, José Menéndez (Alfredo Castro), ricco e avido allevatore della Terra del Fuoco, ingaggia il tenente inglese Martin (Sam Spruell) e il mercenario statunitense Bill (Benjamin Westfall) per aprire una rotta alle sue pecore verso l’Oceano Atlantico. Ai due si unisce Segundo (Camilo Arancibia), meticcio cileno che diventa complice involontario di una violenta caccia all’uomo in cui le prede sono gli indios della zona. L’opera prima del montatore Felipe Gálvez è un duro e potente western che denuncia una pagina di storia cancellata dai libri: il genocidio Selk’nam, lo sterminio nei nativi che abitavano la Terra del Fuoco raccontato anche da Carlo Reyes e Rodrigo Elgueta in un graphic novel pubblicato da Edicola Ediciones.




Neve

L’attore marchigiano Simone Riccioni, all’opera prima da regista, ripercorre il suo vissuto personale e il bullismo sofferto da piccolo nella storia di Neve (Azzurra Lo Pipero), bambina di 10 anni appassionata di musical che a scuola viene costantemente presa in giro. La madre Marta decide di iscriverla a un corso di teatro tenuto dall’affascinante Leonardo (lo stesso Riccioni), attore ormai in declino. I due, nonostante le loro enormi differenze, stringono un’improbabile amicizia che finirà per salvare entrambi.