I nuovi film al cinema dal 17 novembre: arrivano Il principe di Roma, Diabolik e Belle & Sebastien

Dodici i nuovi titoli sugli schermi questa settimana: c'è anche l'imperdibile documentario di Peter Bogdanovich su Buster Keaton

0
220

I film al cinema dal 17 novembre sono dodici e ce n’è per tutti i gusti, dal ritorno di Alejandro González Iñárritu (sette anni dopo Revenant – Redivivo) al sequel (che tale non è) di Diabolik dei Manetti Bros. Finalmente, dopo un lungo periodo di crisi nera, si arriva a questo weekend con gli incassi in crescita, merito soprattutto di Black Panther: Wakanda Forever (quasi 5 milioni di euro in sette giorni) e La stranezza, il miglior incasso italiano della stagione con 4,3 milioni.

Tutti i nuovi film al cinema dal 17 novembre

I giorni dal 14 al 16 sono stati contrassegnati da alcune uscite speciali. Il documentario Infinito. L’universo di Luigi Ghirri (al grande fotografo dà voce Stefano Accorsi), l’anime Sword Art Online Progressive The Movie, Scherzo of Deep Night, i film-concerto Liam Gallagher – Knebworth 22 e Vasco – Live Roma Circo Massimo. Quest’ultimo ha incassato oltre 400.000 euro in tre giorni, portando nelle sale 30.872 fedelissimi del Blasco.

Bardo, la cronaca falsa di alcune verità

Il nuovo film del visionario regista messicano Alejandro González Iñárritu, passato in Concorso a Venezia 79, esce il 16 novembre in poche sale selezionate e dal 16 dicembre è disponibile su Netflix. È il ritorno in Messico per Iñárritu (a più di vent’anni da Amores perros, il titolo che lo ha consacrato all’estero) e un’opera fluviale (dura 2 ore e 39 minuti) e semi-autobiografica su un documentarista celebrato in tutto il mondo (Daniel Giménez Cacho) che torna in patria per riflettere sulle ferite aperte del suo Paese. Sgangherato nel racconto ma con alcune sequenze vertiginose, fotografate magnificamente da Darius Khondji.

Il trailer di Bardo, la cronaca falsa di alcune verità

Belle & Sebastien: Next Generation

La saga tratta dai romanzi di Cécile Aubry si aggiorna. Dopo i tre film ambientati negli anni Quaranta, questa versione 2.0 arriva ai giorni nostri e vede il giovane Seb (Robinson Mensah-Rouanet) diventare un ragazzo di città spedito in vacanza in montagna con la nonna e la zia. Inizialmente riluttante, il piccolo lega con Belle, una femmina di patou maltrattata dal suo padrone: per proteggerla, vivrà l’estate più intensa della sua vita. L’economia legata al turismo, l’ecologismo, la pastorizia a rischio: un racconto di formazione per famiglie che promuovere il riavvicinamento alla natura.

Il trailer di Belle & Sebastien: Next Generation

Diabolik – Ginko all’attacco!

Più che un sequel del primo film, quella dei Manetti è un’operazione di espansione e variazione della saga, in vista di un terzo e ultimo capitolo. Cambiano il protagonista (fuori Luca Marinelli, dentro Giacomo Gianniotti) e il focus del racconto: il Re del Terrore passa quasi in secondo piano, è il malinconico Ginko di Valerio Mastandrea a prendersi la scena insieme a Eva Kant e soprattutto ad Altea, la duchessa di Vallenberg interpretata con accento est-europeo (e ritocchi digitali) da Monica Bellucci. Non tutto funziona, ma la fedeltà alle tavole del fumetto delle sorelle Giussani è assicurata.

Il trailer di Diabolik – Ginko all’attacco!

Il principe di Roma

Il quarto film di Edoardo Falcone (Se Dio vuole, Questione di Karma, Io sono Babbo Natale) è una commedia in costume con Marco Giallini mattatore assoluto nei panni di Bartolomeo Proietti, un avido arricchito e davvero odioso che, nella Roma papalina del 1829, vuole ad ogni costo un titolo nobiliare. Questa brama lo condurrà in una sorta di viaggio all’inferno. Tra lo Scrooge di Dickens e il Sordi versione L’avaro e Il marchese del Grillo, Giallini è affiancato da signori comprimari (tutti morti ammazzati: il Giordano Bruno di Filippo Timi, il papa Borgia di Giuseppe Battiston, la Beatrice Cenci di Denise Tantucci) e bravi caratteristi, in particolare la cameriera di Giulia Bevilacqua, il nobile spiantato di Sergio Rubini e il vecchio amico di Andrea Sartoretti.

Il trailer di Il principe di Roma

Notte fantasma

È un regista giovane e fuori dagli schemi Fulvio Risuleo. Dopo aver diretto alcuni corti di successo, ha esordito con lo strambo racconto di formazione Guarda in alto (tutto ambientato sui tetti di Roma) e si è confermato con il giallo sghembo Il colpo del cane. Questo è il suo terzo film, il secondo consecutivo con Edoardo Pesce, ed è un tutto in una notte in cui l’attore romano è il sovrintendente Proietti, un poliziotto ambiguo, violento e fuori di testa che sequestra e tiene in ostaggio Tarek (Yothin Clavenzani), un 17enne corpulento mezzo egiziano e mezzo asiatico beccato in un parco a comprare il fumo per i suoi amici. Ma cosa vuole davvero da lui? Nonostante i difetti, è un esempio inusuale di cinema italiano: da sostenere.

Il trailer di Notte fantasma

Princess

Passato in apertura alla sezione Orizzonti di Venezia 79, l’opera seconda di Roberto De Paolis (il regista di Cuori puri) è la storia di una ragazza nigeriana, la Princess del titolo (Glory Kevin), che si prostituisce nei boschi di Ostia. L’incontro occasionale con l’ennesimo uomo (Lino Musella) che sembra volerla aiutare, potrebbe cambiare per sempre la sua vita. Costruito con alcune ragazze nigeriane vere vittime di tratta che poi hanno interpretato se stesse, un toccante racconto di formazione che affronta con grazia e rigore post-pasoliniano tempi impegnativi come immigrazione e clandestinità.

Il trailer di Princess

The Christmas Show

L’hanno già definito il cine-pandoro questa commedia natalizia che arriva sugli schermi a più di un mese dalle festività. Diretta da Alberto Ferrari e con un cast di star italiane, vede Raoul Bova e Serena Autieri nei ruoli di una madre vedova con due figli che, segnati dal lutto, non festeggiano più il Natale e uno scrittore solitario suo vicino di casa. Le loro vite sono rivoluzionate dalla partecipazione ad un reality: The Christmas Show. Un classico film natalizio per famiglie dal gusto pop, dove però si ride poco e si punta tutto sulla storia d’amore tra i protagonisti.

Il trailer di The Christmas Show

The Menu

Dopo la serie The Bear, anche questa dark comedy con Ralph Fiennes, Anya Taylor-Joy e Nicholas Hoult racconta il lato oscuro di una cucina stellata. Il ristorante dell’estroso celebrity chef Julian Slowik si trova su un’isola deserta del Pacifico, dove arrivano il fanboy Tyler e la fidanzata last minute Margot per gustare una cena che si rivela indimenticabile, ma per altri motivi. In bilico tra commedia nera, horror e thriller, una feroce e spassosa critica della viltà degli ultra-ricchi e dei potenti. Dirige Mark Mylod, il regista di Succession.

Il trailer di The Menu

La signora Harris va a Parigi

L’affascinante e malinconica dramedy di Anthony Fabian, basata sul romanzo scritto da Paul Gallico nel 1958 e pubblicato da Sperling & Kupfer, è una fiaba moderna nella tradizione delle commedie di classe britanniche. Lesley Manville è la governante vedova Ada Harris, una umile donna delle pulizie inglese per clienti facoltosi che, nella Londra post Seconda guerra mondiale, brucia dal desiderio di possedere un abito di alta moda della maison Dior. Quando riesce finalmente a permettersi il vestito coronando il suo sogno di una vita e decide di andare a Parigi per visitare la prestigiosa casa di moda, dovrà fare i conti con lo snobismo e i pregiudizi, in particolare della perfida Madame Colbert interpretata da Isabelle Huppert.

Il trailer di La signora Harris va a Parigi

Incroci sentimentali

Juliette Binoche torna al cinema con questo mélo di Claire Denis, dal più appropriato titolo originale Avec amour et acharnement e premiato con l’Orso d’Argento per la miglior regia alla Berlinale 72. Un inebriante thriller coniugale e una potente esplorazione del mondo del desiderio dal punto di vista femminile: quello di Sarah, una donna che ama e convive da diversi anni con Jean (Vincent Lindon). Finché una mattina non incontra François (Grégoire Colin), il suo ex amante, l’uomo che l’ha presentata a Jean e che lei ha lasciato senza alcuna esitazione.

Il trailer di Incroci sentimentali

The Great Buster

L’imperdibile della settimana: il documentario che il compianto Peter Bogdanovich, il regista punto di riferimento del cinema americano e uno dei massimi autori della New Hollywood scomparso lo scorso gennaio, ha dedicato al genio di Buster Keaton. Un omaggio all’indimenticabile comico dall’espressione impassibile e una ricostruzione della sua vita, affidata al racconto di testimoni illustri come Quentin Tarantino, Mel Brooks, Werner Herzog, Dick Van Dyke e Johnny Knoxville.

Il trailer di The Great Buster

L’ultima vetta

Il secondo documentario della settimana è questo originale ed intenso ritratto che Chris Terrill dedica all’incredibile storia di Tom Ballard, l’alpinista britannico che nel 2019 è scomparso insieme al collega italiano Daniele Nardi nel tentativo di scalare il Nanga Parbat in Pakistan, una delle cime più pericolose della catena himalayana nota come la montagna assassina. Quell’impresa fatale (e le sue strane circostanze mai chiarite del tutto) è ripercorsa dalla sorella di Tom, Kate. I due sono figli della grande alpinista Alison Hargreaves, morta sul K2 nel 1995. Una famiglia mossa dalla passione per la montagna, come testimoniano le interviste, i materiali d’archivio e le testimonianze raccolte per questa ricostruzione.

Il trailer di L’ultima vetta