Elena Santarelli: “Noi chiusi in casa, ma ci sono persone chiuse in ospedale da mesi”

La showgirl posta un toccante video su Instagram dedicato a chi "in questo momento è rimasto solo"

Sui social arriva un video molto toccante di Elena Santarelli su questi strani giorni sospesi nei quali tutta l’Italia è in quarantena per l’emergenza sanitaria causata dal diffondersi del coronavirus. La showgirl è ovviamente a casa insieme al marito, l’ex calciatore Bernardo Corradi, e ai loro figli. Il secondo, Giacomo, ha combattuto contro un cancro e da allora Santarelli è attiva nel sostegno alla ricerca e alle cure dei tumori cerebrali infantili. È proprio chi ha vissuto una situazione simile alla sua l’esempio del suo messaggio.

Elena Santarelli, Instagram per #IoRestoaCasa

“Questo video – scrive Elena su Instagram – è rivolto a tutti quelli che non hanno ancora capito la situazione che l’Italia sta attraversando. Un bacio da una mamma che ha passato una piccola, piccolissima tempesta. Piccola come un granello di sabbia”.

Santarelli si rivolge ai più deboli, a quelli che in questo momento sono sottoposti maggiormente alle misure restrittive varate dal governo. “Vorrei parlare – dice – a tutte quelle persone che si lamentano senza avere veri motivi per farlo e non a quelle che ogni tanto scherzano, come me, nella consapevolezza che questo momento è tragico. Bisogna fare una scala della tragedia, una scala delle lamentele, pensando a tutti quelli che ci circondano”.

La showgirl si dice fortunata ad avere una casa, un terrazzo, la sua famiglia, la cagnolina Neve e i bambini che, nelle piccole passeggiate che si concede, incrocia mentre corrono, sorridono e anche litigano. “Ci sono tante cose per cui gioire ed essere grati – spiega –, ma davvero tante ed ora abbiamo il tempo di apprezzarle e di capire quali siano. Noi siamo chiuse in casa, ma ci sono persone che sono chiuse in ospedale da mesi”.

“Ci sono mamme e ci sono papà – aggiunge – che non sanno più cosa inventarsi in quegli ospedali, quando il loro unico spazio per giocare è il letto. Un piccolo letto, dove sono distesi i loro bambini e dove devono inventarsi che quello è il ‘Pianeta Dottore’, dove si guarisce e dove si torna a casa. Forse da vincitori”.

“Quando si combatte un male che si chiama cancro – puntualizza Elena –, con quella forza che solo i genitori sanno di avere, ricordatevi che non si è mai sconfitti. Le mascherine le mamme dei bambini immunodepressi le conoscono bene: loro le devono indossare sempre e sanno bene quanto siano soffocanti. Così come lo sanno i nostri medici ed infermieri da sempre”.

Un primo piano di Elena Santarelli
Elena Santarelli (foto: Instagram @elenasantarelli)

Elena Santarelli: figlio ha insegnato tanto

Negli ultimi istanti del video, Santarelli rivolge il pensiero a quelle famiglie che già non ce la facevano ad arrivare a fine mese e che ora hanno perso il lavoro. L’aspetto che la distrugge di più sono i funerali non si possono celebrare perché “il cancro non si ferma così come tante altre malattie”.

La clip si chiude con un invito a restare a casa, come fatto in queste ore da Tiziano Ferro e tanti altri artisti e celebrità, e a “pensate a quei genitori che in questo momento sono rimasti soli, che hanno perso il loro bambino, che non possono essere confortati da amici e parenti, che non possono celebrare il funerale”.

“Scusate se vi parlo così – conclude Elena –, ma qualcuno fuori pensa che sia solo un gioco. Non è un gioco. Scriviamo tutti i buoni motivi per essere felici, nonostante la tragedia e appendiamoli sul nostro frigorifero per sorridere ancora di più”.