I film al cinema dal 28 marzo: arrivano Godzilla e Kong, Priscilla ed Elvis

Per il cinema italiano la novità più attesa è "Un mondo a parte" con l'inedita coppia Antonio Albanese e Virginia Raffaele

2
2063
Scene di Un mondo a parte, Priscilla e Godzilla e Kong - Il nuovo impero: tre dei nuovi film al cinema dal 28 marzo
Un mondo a parte, Priscilla e Godzilla e Kong - Il nuovo impero: tre dei nuovi film al cinema dal 28 marzo

Sono dieci i nuovi film al cinema dal 28 marzo, una settimana importante perché caratterizzata dalle feste pasquali. I timidi segnali positivi al box-office dei scorsi giorni, trainato dai quasi 5 milioni di euro incassati da Kung Fu Panda 4 uscito giovedì 21, fanno ben sperare per il weekend di Pasqua. Considerando il maltempo, saranno in tanti a restare in città sabato 30 e domenica 31 marzo.

I nuovi film al cinema dal 28 marzo

Come di consueto, la settimana si è aperta con due uscite speciali. Dal 25 al 27 Nexo ha passato in sala Led Zeppelin – The Song Remains the Same, il film-concerto della gloriosa band inglese che raccoglie le riprese delle esibizioni al Madison Square Garden di New York nel 1973. Il 25 marzo, invece, in occasione del Dantedì, è tornato in 400 sale Mirabile visione – Inferno di Matteo Gagliardi, proiettato per le scuole e migliaia di studenti. Per il resto, ecco la regolare programmazione dei film al cinema dal 28 marzo.

Godzilla e Kong – Il nuovo impero

Dopo la loro terribile sfida, Godzilla convive con gli esseri umani mentre Kong si è trasferito sotto la superficie nella Terra Cava. A farli tornare insieme per evitare la distruzione del pianeta è una minaccia che rischia di devastare il mondo e che svelerà qualcosa in più sull’origine dei due Titani. Diretto ancora da Adam Wingard, il sequel di Godzilla vs. Kong del 2021 e quinto capitolo del MonsterVerse va preso per quello che è: una fantasy rock opera catastrofica e fracassona, piena di mostri ed effetti speciali. Nel cast Rebecca Hall, Brian Tyree Henry, Dan Stevens, Kaylee Hottle, Alex Ferns e Fala Chen.




Priscilla

Nel 1959 Elvis Presley (Jacob Elordi) è in tour in Germania dove conosce la timida Priscilla (Cailee Spaeny, premiata con la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile a Venezia 80), la 14enne figlia adottiva di un ufficiale dell’aeronautica statunitense. Il re del rock’n’roll si innamora a prima vista e chiede la ragazza in sposa. Lei si trasferisce a Graceland contro il parere dei genitori e la coppia resiste fino al 1973, quattro anni prima della morte di Elvis. Da Elvis e io, l’autobiografia pubblicata da Beaulieu Presley nel 1985, Sofia Coppola porta sugli schermi una love story tenera e malata, tra abusi, controllo e manipolazioni.




Un mondo a parte

Il maestro elementare Michele Cortese è appena stato trasferito da Roma a Rupe, un piccolo paese nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo. Innamorato del suo lavoro ma alla ricerca di nuovi stimoli, il prof scopre che nella sua scuola servono almeno quattro nuovi alunni entro il nuovo anno accademico altrimenti l’istituto è costretto a chiudere. Con l’aiuto della vicepreside, Michele si mette al lavoro. Antonio Albanese e Virginia Raffaele per la prima volta insieme nella commedia sociale di Riccardo Milani: si ride (specie all’inizio) e si riflette su spopolamento, istruzione e futuro. In colonna sonora l’abruzzese doc Ivan Graziani.




Il teorema di Margherita

Marguerite Hoffmann (Ella Rumpf) è l’unica studentessa di matematica dell’ENS, l’École Normale Supérieure. Ossessiva e anticonformista, sta lavorando alla sua tesi sulla congettura di Goldbach quando, nel giorno della presentazione, il suo relatore Laurent (Jean-Pierre Darroussin), che l’ha mollata per seguire un brillante studente di Oxford, sottolinea un errore che sconvolge tutte le sue certezze. Sconcertata, Marguerite decide di lasciare tutto e di ricominciare da capo, a partire dal lavoro come commessa in un negozio di scarpe. Dalla regista francese Anna Novion, l’indagine intima di un’eroina affascinante sullo sfondo di problemi, equazioni ed incertezze.




Orlando, My Political Biography

A quasi cent’anni dalla pubblicazione di Orlando di Virginia Woolf, il personaggio del poeta che cambia sesso e vive per secoli si è avverato: ormai è il mondo che sta diventando a immagine e somiglianza di Orlando. Il filosofo, scrittore e teorico queer Paul B. Preciado organizza un casting che riunisce 26 persone trans e non binarie tra gli 8 e i 70 anni per interpretare Orlando. Il risultato è un controverso documentario sulla trasformazione personale che attraverso voci, scritti, teorie e immagini mischia realtà e finzione.




I bambini di Gaza – Sulle onde della libertà

Mahmud è un bambino palestinese che vive a Gaza e ha la passione per il surf. Condivide quest’amore con l’israeliano Alon: i due sono diventati amici, nonostante il conflitto. Quando incontrano l’ex campione Dan, vittima di una dipendenza dagli antidolorifici e in lutto per la morte della sorella, le loro vite prendono una svolta. Con i combattimenti nella striscia di Gaza che proseguono regolarmente e l’Onu che per la prima volta ha approvato una risoluzione in Consiglio che chiede il cessate il fuoco immediato, arriva nelle sale il dramma di Loris Lai tratto dal libro di Nicoletta Bortolotti edito da Mondadori: la storia di un’amicizia senza barriere per sconfiggere l’odio, apprezzata anche da Papa Francesco.




Innocence

In Israele il servizio militare è obbligatorio e dura trentasei mesi. Il governo e l’esercito operano una costante e feroce propaganda sulla necessità della leva, specie sui bambini. Chi prova a resistere e opporsi deve sopportare pressioni e dolori di ogni tipo. Passato a Venezia 79, il documentario dell’israeliano Guy Davidi racconta l’altra faccia della medaglia dell’“unica democrazia del Medio Oriente”, raccogliendo le testimonianze di prima mano di tutte quelle persone che sono arrivate a partecipare a guerre e operazioni speciali contro la propria volontà. Da vedere.




Fino alla fine della musica

Chiara (Cibele Tedesco) è una donna brasiliana di origini italiane, sposata da più di cinquant’anni con il commesso viaggiatore Alfredo (Hugo Lorensatti). Dopo la morte di un figlio e la decisione di quello più giovane di andare via di casa, Chiara è sempre più spaventata dalla solitudine e decide di seguire suo marito sulle strade della Serra Gaúcha. Una tartaruga, mazzi di carte da gioco e una scoperta inquietante metteranno alla prova il loro amore. Terzo lungometraggio della regista brasiliana Cristiane Oliveira, un’intima love story parlata in talian (metà portoghese e metà dialetto degli immigrati italiani del nord) tra fiaba romantica, commedia e realismo magico. Nel cast anche Nicolas Vaporidis, Elisa Volpatto e Cleri Pelizza.




Tango della vita

Claudio è un contadino e la moglie Ivana una sarta. Sono appassionati ballerini di tango e hanno un grande sogno: ballarlo a Buenos Aires. Ma Claudio ha il Parkinson. Tuttavia, continua a ballare e si dedica a promuovere la ricerca sui benefici del tango per i malati. La sua storia ha ispirato il compositore lettone Arturs Maskats a comporre un tema insieme alla star della fisarmonica Ksenija Sidorova. Da Erica Liffredo e Krista Burane, un documentario sociale sull’incubo della malattia e il percorso verso la cura, la passione per la danza e il sogno dell’Argentina.




Ho sposato mia madre

Saverio (Nicola Pecci) scopre che la mamma Rosa (Rosanna Susini) è affetta da Alzheimer. Turbato dalla rivelazione, decide di portarla a vivere a casa sua, ma a causa di altri problemi familiari si trova costretto a farla entrare in una clinica. Un giorno, nella vecchia abitazione dei genitori, Saverio trova le lettere d’amore che il padre scriveva alla madre. Da Domenico Costanzo, una dramedy familiare indipendente che schiera nel cast anche Sergio Forconi, Alessandro Baccini, Benedetta Rossi, Viola Volpi e Alizea Batazzi.




2 COMMENTS