Sharon Stone: “Oggi a Hollywood nessuno farebbe più Basic Instinct”

L'attrice, 60 anni, si racconta ad Allure e rivela: "All'epoca tutti mi dicevano che c'era qualcosa di sbagliato nel mio corpo"

Il tempo sembra non passare per Sharon Stone. La splendida attrice, 61 anni compiuti lo scorso marzo, non smette mai di stupire. In 40 anni di carriera, ha visto e fatto di tutto, ma non rimpiange il successo planetario raccolto negli anni ’90, anzi. Lo stesso vale per Catherine Tramell, il suo personaggio cult in Basic Instinct: nel 2019 non avrebbe più senso. L’ha confessato l’attrice nel corso di un’intervista concessa al magazine Allure.

Sharon Stone, Basic Instinct andava fatto ma oggi?

“Penso che Basic Instinct – dice la Stone ad Allure – sia stato fatto nel momento esatto in cui andava fatto (il 1992, ndr) perché ha catturato tutte le nostre paure e dubbi e il momento di cambiamento di potere per le donne. È ancora un film intrigante, ma oggi potrebbe essere fatto? Dubito che avrebbe lo stesso sensazionalismo di allora. C’erano solo due modi per sedersi quando ho iniziato la mia carriera: con le caviglie incrociate o sotto la sedia”.

“Quando ero giovane – aggiunge l’attrice –, tutti mi dicevano che cosa c’era di sbagliato nel mio corpo – troppo questo, troppo quello. Quando ho fatto Basic Instinct hanno assunto un make-up artist che mi metteva chili e chili di trucco ogni giorno, e ogni giorno tornavo nel mio camerino e me li toglievo. Ma non mi era permesso scegliere il mio truccatore. Né di avere il mio nome sopra il titolo sulla locandina”.

“Sono così grata del mio corpo – ribadisce –. Mi piace oggi più di ieri. Mi sto godendo la mia ritrovata serenità dopo che per anni sono stata costretta nascondere la bellezza”.

Sharon Stone in una scena del film Basic Instinct
Sharon Stone in Basic Instinct (foto: Columbia TriStar)

Sharon Stone oggi: “Mi dicevano che non sarei durata e invece…”

Il dramma dell’ictus è ormai alle spalle e ora, superati i 60 anni, l’attrice non ha più paura di invecchiare. “I 40 anni – spiega Sharon – erano l’età migliore. Non riuscivo però a lavorare. Hollywood mi aveva messa da parte. In quel periodo mi sono trovata ad essere mamma e affrontare la convalescenza dopo quel brutto aneurisma“.

“In quel periodo – continua – c’era però qualcosa di meraviglioso. È stato un periodo in cui mi sono riconciliata con me stessa. Da lì in poi sono cambiata, è grazie a tutte quelle sfide se oggi mi sento bellissima”.

Sharon Stone, ictus alle spalle: “Ho il potere della dignità”

Prossimamente la vedremo nel cast della serie Sky The New Pope di Paolo Sorrentino e anche se non ha trovato l’amore, sfrutta al meglio il “potere della dignità“. “Ho deciso – conclude Sharon – di usare la mia fama per qualcosa per cui ne valga la pena”. Ovvero le associazioni che aiutano i bambini meno fortunati e che si occupano di Aids.

“Sono stata fortunata – ammette –. Mi dicevano che non sarei durata e invece… sono qui”.

Loading...