Tutti contro Rita Pavone a Sanremo: la cantante risponde alle polemiche

Quando è stata annunciata Rita Pavone a Sanremo il web è letteralmente esploso di polemiche: una comunicazione ‘a sorpresa’ che avrebbe lasciato un po’ di malcontento generale, e che – presto tardi – avrebbe stimolato una replica della cantante. Che infatti c’è stata…

Polemiche su Rita Pavone a Sanremo: le parole della cantante dopo i messaggi degli hater

C’è chi non le ha mai perdonato le parole su Greta Thunberg, chi l’accusa di ‘sovranismo’ (come Lorella Cuccarini) e chi ce l’ha contro la scelta troppo ‘vecchia scuola’ nelle fila dei big del Festival della canzone italiana. Insomma, l’entusiasmo e l’affetto dei fan della celebre icona italiana stavolta ha dovuto fare da controparte ad una grossa fetta di hater che stanno invadendo le discussioni ‘sanremesi’ sui social.

Ecco infatti cosa si legge su Twitter a proposito di Rita Pavone a Sanremo: “Ha scritto che Greta Thunberg sembra un personaggio da film horror. Con #Ritapavone, a Sanremo, i sovranisti avranno una degna rappresentanza!”. #RitaPavone a #Sanremo2020 in quota sovranista. Ma in fondo è un’ottima notizia. Farà una figura atroce e ce la leveremo per sempre dai maroni”; “Pare che il festival di Sanremo 2020 sarà trasmesso in bianco e nero e per cambiare canale devi alzarti dal divano” e infine “Ne ha collocati più il sovranismo che il Reddito di Cittadinanza”, ma anche “Accantonando le questioni di natura politica: mi pare di capire che #RitaPavone abbia 74 anni e non sforni un successo musicale dalla notte dei tempi. Prima di Sanremo mettete la scritta: ‘Adatto esclusivamente ad un pubblico di boomer’”.

A difenderla interviene il giornalista Giuseppe Candela: “Quelli che ieri si indignavano per la violenza verbale contro #rulajebreal oggi stanno attaccando con la stessa violenza #RitaPavone, una che ha una carriera di tutto rispetto”. Mentre Red Ronnie entra a gamba tesa citando gli altri concorrenti in gara: “Elettra Lamborghini, che è lì solo perché mostra il cul0 e perché si chiama Lamborghini, non suscita polemiche. Rita Pavone suscita polemiche perché è sovranista. Ma di cosa parliamo?”.

“Non sono razzista, seguo il mio umore e parlo in modo avventato”

Infine arriva lei stessa a difendersi dopo tante polemiche e critiche: “Mi hanno chiamata per cantare e non per rappresentare una parte politica nella quale non mi riconosco perché non mi riconosco in nessuna parte politica. Non so usare bene i social e cado nelle trappole più stupide. Vedo una cosa che mi piace e lo dico in modo avventato. Ne vedo un’altra che non mi piace, e allora seguo il mio umore e mi butto senza pensare troppo alle conseguenze che in Italia diventano marchi d’infamia. Ma davvero qualcuno pensa che io possa coltivare simpatie razziste? Non scherziamo. E persino mi dispiace parlare di queste cose. Io faccio beneficenza ma mi vergogno a dirlo”.