Nadia Toffa, mamma Margherita rivela: “Allontanò la persona che amava per non farla soffrire”

Margherita Toffa, ospite di Mara Venier a "Domenica In", racconta che la figlia fu "fiduciosa di poter guarire" fino all'ultimo

Nadia Toffa è stata fino all’ultimo “fiduciosa di poter guarire, tornare a fare le inchieste, condurre”. Lo rivela la mamma Margherita, ospite di Mara Venier a Domenica In su Rai1. A tre mesi dall’ultimo saluto alla giornalista, scomparsa il 13 agosto a 40 anni per un tumore, la madre racconta che “nonostante questo era pronta ad accettare quello che sarebbe successo. In clinica a Brescia c’era un missionario in partenza per il Brasile: le chiese di darle l’estrema unzione e lei disse di sì”.

Nadia Toffa mamma Margherita, un legame unico

Margherita Toffa ha presentato dalla Venier il libro Non fate i bravi (Chiarelettere), nel quale sua figlia ha descritto la malattia che l’ha colpita e i cui proventi saranno destinati alla ricerca contro il cancro.

La madre spiega che Nadia “quando scriveva, alcuni testi erano canzoni e si divertiva da matti a cantarle a cappella. Una volta ne ha inciso una come regalo ai fan, le riprese le ho fatte io con il telefonino”. Un brano d’amore era dedicato “alla persona che amava e che ha allontanato quando ha capito che stava veramente male”.

Proprio su questo delicato argomento Margherita vuole fare chiarezza: le speculazioni sul post scritto dalla figlia in cui “accusava” il fidanzato di non accompagnarla alle sedute di chemioterapia. Margherita ammette che “lui la accompagnava sempre ma Nadia lo scrisse apposta, con durezza, per allontanarlo. E lui l ha capito, l’ha rispettata in questa scelta”.

Un primo piano di Nadia Toffa
Nadia Toffa (foto: Facebook @NadiaToffa)

Nadia Toffa, fidanzato allontanato per non soffrire

L’ultimo periodo, quando Nadia ha scelto di rimanere in silenzio mettendo fine alle polemiche, è stato particolarmente difficile.

La conduttrice “dormiva parecchio, ma quando era sveglia lavorava. Diceva: ‘Mamma è estate, devo avere i servizi pronti per Le Iene, altrimenti i cassetti sono vuoti quando riparte il programma’. Era convintissima che avrebbe ricominciato, nella sua testa era presentissima. Solo l’ultima sera l’ho vista cambiare, era molto pallida e il respiro si è fatto più affannoso. Non so dove ho trovato la forza di dirle: vola tesoro mio, la mamma è serena”.

Loading...