Generazione Low Cost, trailer italiano del film di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre al cinema dal 12 maggio

Generazione Low Cost, trailer italiano ufficiale del film di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre con Adèle Exarchopoulos, al cinema dal 12 maggio.

1
262
Adèle Exarchopoulos e Mara Taquin in una immagine dal film Generazione low cost di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre
Adèle Exarchopoulos e Mara Taquin in una immagine dal film Generazione low cost di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre

Generazione Low Cost, trailer ufficilale del film di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre, molto apprezzato al Festival di Cannes 2021 che vede come protagonista una eccezionale Adèle Exarchopoulos, già vincitrice della Palma d’oro a Cannes per La vita di Adele. Tra gli interpreti principali oltre a Adèle Exarchopoulos, nel ruolo di Cassandre, anche Alexandre Perrier, nel ruolo del padre e Mara Taquin, nel ruolo della sorella Melissa.

Il film è una coproduzione Austria, Lussemburgo, Germania, Francia. Prodotto da Wrong Men e coprodotto da Film AG Produktion, Samsa Film, Komplizen Film, Kazak Productions, distribiuto in italia da I Wonder Pictures, Generazione Low Cost, esce nelle sale al cinema dal 12 maggio.

Generazione Low Cost, al cinema dal 12 maggio

Adèle Exarchopoulos e Mara Taquin in una immagine dal film Generazione low cost di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre
Adèle Exarchopoulos e Mara Taquin in una immagine dal film Generazione low cost di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre

Da una sceneggiatura scritta a quattro mani dallo stesso Julie Lecoustre e Emmanuel Marre, con il loro primo lungometraggio intraprendono un percorso con una doppia sfaccettatura, quello di una giovane donna completamente immersa nell’immediatezza del suo lavoro di hostess di volo in una compagnia low cost, ma che nasconde una profonda tristezza di cui dovrà affrontare presto o tardi le cause. Un ritratto molto moderno con i suoi paradossi e le sue contraddizioni, le sue incertezze e la sua intensità esistenziale.

Saper mantenere un sorriso fisso per 30 secondi, gestire i passeggeri agitati, massaggio cardiaco, “eye contact”, obiettività, leadership, flessibilità (“posso diventare bionda”), Rien à foutre descrive con una precisione quasi pari a quella di un documentario questo mestiere in cui si è continuamente in viaggio, senza particolare intenzione di denuncia, ma come un’osservazione clinica di una depersonalizzazione in cui la protagonista cerca di far scomparire e nascondere le sue ferite interne.

“Emmanuel ha iniziato a scrivere Generazione Low Cost e io mi sono unita a lui a novembre 2018. Inizialmente, avrebbe dovuto dirigere il film da solo, ma questo era un costante lavoro a quattro mani, in cui la sceneggiatura si mescolava alla preparazione e la scrittura si mescolava ad una riflessione sul metodo di lavoro.” Racconta la sceneggiatrice e regista Julie Lecoustre, “Poiché tutto si svolgeva simultaneamente, la co-regia era la logica continuazione del progetto.

In termini di produzione, il nostro principale interesse era quello di mantenere una sorta di artigianato “fai da te” e di non essere inghiottiti dalla pesantezza della produzione. Come si preserva questo stato d’animo pur essendo ambiziosi? Bisognava mantenere una certa distanza dal copione, e non santificarlo, in pratica usarlo come una sorta di progetto. Era sempre chiaro (anche nella dichiarazione del regista) che la sceneggiatura doveva essere una guida, un filo conduttore, ma non qualcosa di fisso e rigido. Il film non deve essere la semplice esecuzione della sceneggiatura. Non santifichiamo nemmeno il contrario: nel film trovi anche alcune scene che seguono alla lettera il copione. Ma siamo più attaccati all’idea di scrivere che alla sceneggiatura in sé.”

Trailer italiano ufficiale di Generazione Low Cost, di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre

Cassandre (Adèle Exarchopoulos), 26 anni, è hostess di una compagnia aerea low cost. Vivendo alla giornata, viaggia e si diverte, fedele al suo soprannome di Tinder “Carpe Diem”. Un’esistenza senza legami e senza radici all’insegna del presente e della ricerca della libertà, tra vendita di profumi a bordo, feste e sesso occasionale durante gli scali, nell’ambizione un giorno di lavorare per una compagnia di alto livello. La sua routine viene però interrotta da un imprevisto che mette in crisi la sua visione della vita.

1 COMMENT