Francesca Neri e il dolore cronico e lancinante della malattia: “Ho accarezzato l’idea del suicidio”

L'attrice ha appena pubblicato il libro autobiografico "Come carne viva" e rompe il silenzio sulla malattia che l'ha costretta a fermarsi per diversi anni

0
216
Francesca Neri in una scena del film The Habit of Beauty
Francesca Neri

Francesca Neri rompe il silenzio e parla per la prima volta della sua malattia, la cistite interstiziale. Dopo il racconto commosso del marito Claudio Amendola, che a Verissimo ha rivelato il “dolore fisico enorme” e la “difficoltà nel vivere le sue giornate” della moglie, l’attrice fa chiarezza in prima persona sull’infiammazione della vescica che le ha cambiato la vita. Un dolore cronico e straziante alle pareti pelviche, che non si cura e le cui cause non sono ancora del tutto chiare.

Francesca Neri: malattia cronica e “ferite interiori”

“La fase acuta – racconta la Neri al Corriere della Sera – è durata tre anni, non ne sono fuori, non si guarisce: impari a gestirla e a non provocarla in modo che non sia invalidante. I primi due anni, io che non credo ai social, sono stata in una chat di donne che soffrono questa patologia”.

La cistite interstiziale può colpire persone di qualsiasi età e genere, ma è più frequente tra le donne. Il dolore lancinante e continuo genera disturbi psicologici come ansia e depressione. L’attrice ammette che starle vicino era diventato impossibile.

“Volevo essere lasciata sola – spiega la Neri –. Dovevo proteggere Claudio e Rocco, mio figlio, altrimenti non ce l’avrei fatta nemmeno io, che sono il capofamiglia che si occupa di tutto. Di fatto sono stata via per tre anni, però c’ero, ero lì in casa con loro, ed è la cosa più terribile. Ho accarezzato l’idea del suicidio. Ho passato mesi a giocare a burraco online di notte. Il mio lockdown è durato tre anni. E quando è arrivato per tutti, con la pandemia, sono stata meglio perché condividevo la situazione degli altri”.

Lo sfogo di Claudio Amendola sul Natale era dettato anche dalle condizioni di salute della moglie. La coppia è sposata dal 2010 e ha attraversato insieme numerose difficoltà: nel 2017, quando l’attore è stato colpito da un infarto improvviso, è grazie alla moglie Francesca che è riuscito ad arrivare in tempo in ospedale.

Francesca Neri in una scena del film The Habit of Beauty
Francesca Neri (foto: The Habit of Beauty Film/Europictures)

Claudio Amendola e Francesca Neri, una vita di “complicità e affetto”

“Stiamo insieme da venticinque anni – dice la Neri al Corriere –, se non avessi avuto questa complicità e quest’affetto non ce l’avrei fatta. Rocco era intorno ai diciotto anni, faceva affidamento sul padre ed è stato il mio grande cruccio. Il dolore più grande è stato per mio figlio, il libro l’ho scritto per lui”.

Il libro al quale si riferisce l’attrice è Come carne viva, appena pubblicato da Rizzoli: il racconto di come la malattia l’abbia costretta a fermarsi per alcuni anni e a restare chiusa dentro una stanza di casa sua.

Oggi Francesca Neri sta bene perché ha trovato un equilibrio e ha imparato “a difenderlo”. “Ho cominciato a privarmi di cose che potevano scatenare una reazione – conclude l’attrice –. L’aria condizionata, il caldo, certi cibi. La vescica è una parete e se viene lesionata si creano ferite interiori. Le conosco bene, le ho anche nell’anima”.