Donatella Bianchi candidata dal Movimento 5 Stelle nel Lazio: scoppia la bufera in Rai

La giornalista, storico volto del programma "Linea Blu", correrà per il partito di Conte: il PD chiede che molli la trasmissione

0
304
Donatella Bianchi
Donatella Bianchi

Il Movimento 5 Stelle ha scelto Donatella Bianchi come candidata alla Presidenza della Regione Lazio. Alle elezioni regionali del 2023 (si vota nei giorni del 12 e 13 febbraio per eleggere il Presidente  e il Consiglio Regionale), la conduttrice di Linea Blu, sostenuta anche da Sinistra Italiana e Coordinamento 2050, sfiderà l’ex presidente della Cri Francesco Rocca, candidato di Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega, e l’assessore uscente alla Sanità Alessio D’Amato del Partito Democratico, appoggiato da Azione, Italia Viva, Più Europa e altre dieci liste. Non appena la candidatura della giornalista di Rai 1 è stata annunciata da Giuseppe Conte, il PD è partito all’attacco.

Donatella Bianchi candidata M5S: il PD protesta

Intervistato dall’Avvenire, Conte ha dichiarato che Bianchi “incarna perfettamente i valori del Movimento, rappresenta al meglio il nostro programma politico, sociale ed ambientale ed è un nome condiviso con le altre forze politiche, sociali e civiche con cui stiamo condividendo il percorso, a partire da Coordinamento 2050”.

Bianchi ha spiegato che “transizione ecologica, salvaguardia ambientale e lotta alle disparità sociali hanno contraddistinto la mia vita professionale e la mia crescita come cittadina”. La giornalista considera questi valori “non negoziabili” e ha chiarito di averli ritrovati nell’azione politica del Movimento 5 Stelle e “alla base della proposta programmatica per il Lazio che ho condiviso con il presidente Giuseppe Conte”.

È una sfida avvincente e complessa alla quale intendo dedicarmi senza risparmio, a partire dalla presentazione della piattaforma programmatica. Inizierò da subito a raccogliere le esigenze dei cittadini laziali nei territori, ascolterò le loro voci e farò in modo che questo dialogo non rimanga confinato nel classico programma della campagna elettorale. Farò in modo che questo confronto sia alla base di una amministrazione vicina alla cittadinanza”, ha aggiunto Bianchi.

Donatella Bianchi a Linea Blu
Donatella Bianchi (foto: Ufficio stampa Rai)

Donatella Bianchi: regione Lazio o Linea Blu?

Come nel recente caso di Rita Dalla Chiesa alle elezioni politiche, il PD protesta invocando il regolamento sulla par condicio in merito alle partecipazioni dei candidati alle trasmissioni televisive e radiofoniche. “Ovviamente ora non può più condurre Linea Blu. Fa una scelta politica che rispettiamo, ma è una scelta definitiva. La Rai non ha le porte girevoli”, scrive in un tweet Andrea Casu, deputato e segretario romano del partito.

Giornalista professionista dal 1985, Donatella Bianchi ha 59 anni e ha debuttato in televisione all’epoca della Domenica In condotta da Corrado. Dopo le partecipazioni a Sereno variabile, Viaggi d’autore e al Tgr Italia Agricoltura del Tg Lazio, dal 1994 conduce Linea Blu ogni sabato pomeriggio su Rai 1. È stata Presidente del WWF Italia dal 2014 al 2019, quando ha preso il posto di Vittorio Alessandro nel ruolo di Presidente del Parco nazionale delle Cinque Terre.

Bianchi non è nuova agli incarichi politici: le sono state affidate le valutazioni ambientali nel comitato di esperti presieduto da Vittorio Colao per organizzare la ripartenza italiana dopo la pandemia.