Il tragico racconto di di Sandra Milo a Storie Italiane

Il racconto di Sandra Milo a Storie Italiane è stato davvero drammatico: dopo una prima dichiarazione scioccante (‘Mi sono venduta ad un uomo per pagare dei debiti’) l’attrice e conduttrice originaria di Tunisi ha voluto proseguire la storia e spiegare uno dei momenti più difficili della sua vita.

Il racconto di Sandra Milo risale agli anni ’60

Debora era piccola – ha dichiarato in studio da Eleonora Daniele – Siamo negli anni sessanta. Il padre di mia figlia Moris Ergas voleva portarmela via perché all’epoca risultavo sposata con un altro. Allora ho deciso di rinunciare a tutto pur di avere mia figlia con me. Avevo una bella casa in via Stoppani, gioielli, beni. Gli dissi che se mi lasciava l’affidamento di Debora gli avrei dato tutto. Naturalmente mi sono trovata senza più niente. Ma successivamente sono sopraggiunte le tasse che Moris non aveva pagato e che però erano intestate a me“.

Ed ecco che qui il racconto di Sandra Milo prende una svolta inaspettata: “Un amico gentile si offrì di pagare tutto. Mi disse: ‘Io ti amo’. Ma io non l’amavo. E però mi sono concessa perché ha saldato tutti i debiti“. Una scelta difficile ma dettata dal momento di forte crisi. Alla domanda su un eventuale pentimento l’attrice italiana ha risposto: “Non mi sono mai pentita. Ammetto però che mi sono concessa a causa dei debiti. L’amore lo concepisco solo per amore“.

racconto di sandra milo

Il motivo per cui questa storia è venuta fuori solo ora, dopo più di 50 anni, ha a che fare con la reputazione della Milo: “C’è stato chi ha pensato a me come una cicala che ha sperperato i suoi soldi – ha infatti voluto precisare – E invece volevo dimostrare che ho sempre pagato le tasse . Le ho pagate anche con la mia persona“.

L’opinione di Don Antonio in studio da Eleonora Daniele

Neanche la Daniele se la sente di giudicare la presentatrice, tantomeno gli opinionisti in studio: “Nessuno ha il diritto di giudicare. Spesso ci si ritrova a fare scelte non sempre consapevoli. L’importante è che lei oggi abbia trovato la pace e stia bene con se stessa. Dio vuole il bene dei suoi figli. Dio non discrimina, ma accoglie tutti

Loading...