“Bello il GF meno trash, mi sarebbe piaciuto” parola di Davide Silvestri, ex concorrente

Dalle fiction al GF Vip, dal GF Vip alla Mostra del Cinema di Venezia al fianco di Sergio Rubini: è Davide Silvestri, finalista dell’edizione 2022 del celebre reality pronto a tornare alla sua carriera attoriale con la “Nina dei Lupi”, che vede nel cast anche Tiziana Foschi e Sara Ciocca.

Intervistato da SuperGuida TV, l’affascinante 42enne ha voluto comunicare la sua gioia per questa nuova avventura, un’occasione che stava aspettando da tanto tempo:

È stata un’esperienza molto importante e significativa in questo momento della mia vita. Mi ero ritirato ormai da anni dal mondo dello spettacolo e avevo deciso di prendermi una pausa per diverse ragioni. Ho iniziato a fare l’attore all’età di 16 anni e fino ad oggi che ne ho 42 mi ero ripromesso che non sarei mai venuto al Festival del Cinema di Venezia e ad eventi in programma se non avessi avuto un valido motivo. Negli anni precedenti ho sempre rifiutato degli inviti perché non volevo fare il red carpet solo per farmi una foto da pubblicare sui social. Oggi sono felice di essere qui grazie ad un personaggio che mi ha permesso per la prima volta di non essere me stesso. È stata una sfida importante. Questo film lo dedico ad Antonio Pisu, il regista, perché mi ha dato una grande opportunità. Per ripagarlo mi sono impegnato al massimo perché anche Antonio si sta facendo strada da solo e io non volevo deluderlo”.

L’opinione di Davide Silvestri sulla svolta ‘no-trash’ del GF Vip

Impossibile però non ricordare anche l’avventura di Davide Silvestri al GF Vip, anche in vista dei grandi cambiamenti che lo show sta subendo con la nuova direzione di Piersilvio Berlusconi: “Sono contento che Piersilvio abbia deciso di ripulire il reality dal trash. Credo che questo sarebbe stato il Grande Fratello perfetto per me. E’ importante che ci sia stata questa sterzata perché molti giovani oggi seguono i reality e si identificano nei personaggi. Ho paura però che alla gente mancherà però il trash. La televisione ha bisogno di essere anche educativa”.

Il ricordo dell’edizione 2022, ancora vecchio stile, ad ogni modo, è stata positiva per l’attore: “Quando avevo fatto il provino per il Grande Fratello avevo chiesto agli autori se ero piaciuto. Volevo sapere anche qualcosa in più sugli altri concorrenti con cui avrei diviso la casa. La partecipazione al reality ha diviso gli addetti ai lavori. Qualcuno ha storto il naso mentre Antonio per esempio ha creduto in me sin dal primo giorno dandomi il ruolo indipendentemente dalla mia partecipazione. Altri ora si sono ricreduti e per fortuna alcuni mi hanno fatto anche i complimenti. E’ stata anche questa una bella vittoria”. Oltre che al cinema potremmo rivederlo anche in qualche altro relality? Pare proprio di sì: “Mi piacerebbe fare Pechino Express. Penso che mi si addica molto”, racconta a SuperGuidaTV.